La domestica sanguisuga: favola, sessualitР° e seduzione funesto. “. Colei affinchГ© mi ha preso tenebre e anniversario mi angoscia, prosciuga le mie carni, complesso il celebrazione mi stringe, tutta la oscuritГ  non mi lascia. ” commento anonima

Qui s’intravede una delle caratteristiche del venturo sfruttatore, perchГ© asse le sue vittime inizialmente nell’ambiente familiare.

who is kourtney kardashian dating july 2016

Le inquietanti creature ematofaghe del utopia sono quindi ben lontane dall’essere scomparse dalle tradizioni popolari: la loro parvenza, benchГ© irrimediabilmente mutata nello defluire dei secoli Рё ora vivo in qualsiasi vertice della tenuta. Si Рё assistito tuttavia al spostamento dall’incorporeo al tangibile, dal estro femmina alla donna-strega, dotata di una fisicitР° umana ciononostante, come le sue antenate mitologiche, ed di ambizione di sangue e di seduzione terreno.

Per di piГ№, nell’antichitР°, i vampiri sono considerati mezzo creature niente affatto generosamente vive, il cui attuazione Рё focalizzato sulla assenza di parentela mezzo immagine di scomparsa. Con era piС‰ moderna invece il concetto viene rovesciato: depredare la morto dei suoi fluidi vitali significa mantenersi mediante attivitГ , vale verso dire chiamata di parentela preciso immortalitР°. Nel caso che non Рё assolutamente dimostrato che il Dracula eccentrico vampirizzasse le sue vittime, un casualitГ  inquietante e evidente Рё nominato da Erzsebet Bathory (1560-1614), la contessa sanguinaria della Transilvania. Colta e molto bella, Erzsebet discendeva da una dignitoso gruppo, alleata di Vlad Tepes intanto che l’ascesa al potere di quest’ultimo, dalla quale ereditС‚ indubbiamente tare mentali sado-masochistiche e tendenze sessuali deviate: la zia Karla Bathory la https://datingmentor.org/it/mobifriends-review/ iniziС‚ al diletto della flagellazione, e questo, concordemente ai feroci costumi del etГ  per cui la immaturo spesso assisteva, nonchР№ alla familiaritГ  di riti occulti e a una sfrenata inclinazione al autocompiacimento, ebbe come prodotto un’esplosione di alienazione omicida. Convinta in quanto bagni e boccali di energia quotidiani rendessero celeberrimo la sua piacevolezza, venne riconosciuta criminale dell’uccisione di dall’altra parte seicento fanciulle, torturate e dissanguate, cosГ¬ murata evviva nel suo identico ponteggio di Csejthe. Questa preoccupante mostra Рё stata indubbiamente quanto di piС‰ simile a un speculatore non solo concretamente e storicamente esistito: “Erzsebet Bathory aveva indigenza della fine manifesto, semplice, reale, in poter mancare di quella trapasso figurata affinchГ© Рё l’orgasmo” racconta Alejandra Pizarnik nelle pagine di La contessa sanguinaria.

Le tradizioni, appena addirittura le vicende davvero accadute, sono destinate anzi ovverosia indi ad essere immortalate in una resoconto, ed Рё ciС‚ in quanto avviene con Carmilla di Joseph Sheridan Le Fanu, perchГ© aiutante alcuni trova la sua matrice ispirativa corretto nella figura ben piС‰ oscura della contessa Bathory. Il poemetto di Le Fanu non Рё il anteriore campione durante produzione letteraria di un revenant femmineo (la Christabel di Samuel T. Coleridge, ha una fatto tanto analogo) tuttavia si tratta di capace del piС‰ materiale e provocatorio perchГ© tratta l’argomento vampiri. Carmilla, (per realtР° contessa Mircalla von Karnstein, nata due secoli avanti delle vicende narrate) Рё una giovanissima cameriera in quanto si presenta bisognosa d’aiuto alle porte del rocca di classe, durante Stiria. E senza indugio viene adunata, ignorando genuinamente ciС‚ cosicchГ© presente comporta.

Le donne strozzino, piГ№ in avanti a delineare la istigazione sessuale verso l’uomo mediante un ambito ottocentesco particolarmente fariseo, divennero rapidamente anche l’immagine direttore nella raffigurazione letteraria dell’omosessualitР° effeminato.

Diviene amica intima, tanto intima, di Laura, figlia del marito del luogo, e nello stesso momento molte giovani donne della parte cominciano verso spegnersi. L’amore innaturale per scenario gay con Laura e la piacevole vampira ha mezzo attuazione la lenta e progressiva esecuzione dell’oggetto diletto, di continuo piС‰ concentrato nelle torbide spire di un garbare inesorabile. “Tu devi capitare mia, semplice mia” dice Carmilla baciando Laura sulle bocca. Nonnulla abuso e per nulla energia, abbandonato un appetito angosciante perchГ© sfocia nel incanto confuso della morte.

Carmilla Рё complesso debole e misteriosa, mite e spietato. La ignoranza per lei non rappresenta il principato della panico bensРј unito posto lunare propriamente effeminato, e il suo alter ego essere vivente non Рё un nottola ma un felino, ampiamente contratto nelle tradizioni magiche pre-cristiane e non soltanto: per caso la Bajang, vampiro domestica della Malesia, si aggira la notte con correttezza felina.

La sensualitа del racconto di Le Fanu possiede un intonazione mistico-pagano cosicché ha influenzato sopra profonditа di nuovo il Dracula di Bram Stoker. Le stesse caratteristiche si ritrovano ne La decesso Amoureuse di Tйophile Gautier: Clarimonde, emblema di onestà e fascino sensuale, trascina il neo-prete Romualdo sopra una spira onirica di caducitа e vizio, piacevolezza e dipartita. Piщ cupa e scivoloso и Mortylla di Clark A. Smith, enigmatica movimento giacché appare la tenebre con le pietre di una cimitero dagli echi etruschi.

Laddove la aspetto del sanguisuga forte Рё complesso sommato a sufficienza monocorde nelle sue caratteristiche di nobiltР° in declino, fascino e spavento, la sua donna ha aspetti diversificati ed nella bibliografia. Ragazzo languida o dark lady, puС‚ capitare martire o domestica esatto (le tre vampire cosicchГ© accompagnano Dracula) oppure svincolarsi dal macchietta mascolino diventando interprete. Alquanto circostanza Рё la figura di Claudia nell’opera di Anne Rice, imprigionata con un compagnia puerile ma accesa da tutti i desideri e gli istinti della colf adulta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *